Il mio Carnevale...un Utopia?

solo così può essere il mio carnevale, é naturale! Gia i nostri antenati, sia quelli al teatro che nella vita reale, ci insegnavano il significato del vivere insieme, in comune accordo. L`italia, un paese meraviglioso, pieno di maschere autentiche. Gli italiani, tolta una maschera, poi c´e ne unaltra sotto, uguale, identica. Quindi non cercate di levarcela. Noi siamo, veri! cordiali, affabili, amichevoli, accoglienti, altruisti. Sappiamo odiare al massimo, ( se necessario o se ci portano a farlo) per poi ricominciare ad amare ancora più forte di prima. Siamo Italiani veri, dalla punta fino  alla coscia, dalla Gondola al Vesuvio, dalle Alpi fino ai Trulli, dall`emilia o la Romagna fino allo stretto di Sicilia. Si insomma, Siamo uniti, siamo noi... L`Italia!
È siccome a carnevale non possono mancare i nastri di carnevale,ve ne dedico un paio, dolci dolci. Nastri da consumare con il palato. Una ricetta conosciutissima in tutta Italia, solo che in ogni regione cambia il nome, ma pe lo stomaco non cambia quasi nulla :))
Galani, chiacchiere o nastri, l´importante é che, sono gustosissimi daperttutto.

Ingredienti


250 gr. di farina
2 uova
10 gr. di burro morbido
40 gr. di zucchero
1 pizzico di sale
4 cucchiai di vino bianco
1 buccia di arancia grattuggiata
olio per friggere
q.b. di zucchero a velo

Setacciate la farina sulla spianatoia e apritela a fontana, al centro mettete le uova, il burro morbido, lo zucchero, il pizzico di sale, il vino, l`arancia grattuggiata e amalgamate con una forchetta. Impastate bene il tutto con le mani, fino ad ottenere un composto liscio ed elastico (se occorre aggiungete un'altro pò di farina). Coprite la pasta e lasciatela riposare per circa 30-40 minuti. Stendete poi la pasta piuttosto sottile con il matterello sulla spianatoia infarinata (oppure con la macchinetta) e con la rotellina dentata tagliate dei rettangoli larghi 4 cm. e lunghi 10 cm. circa. Friggete a fuoco moderato le chiacchiere in abbondante olio bollente, giratele in modo che diventino dorate su tutta la superficie, ponetele poi su carta assorbente e fatele raffreddare. Spolverizzate infine le chiacchiere con lo zucchero a velo.

8 Responses to “Il mio Carnevale...un Utopia?”

stella ha detto...

Grazie Ross, altrettanto a te!
Baci al nipotino.

achab ha detto...

Ciao Ross,bello il tuo post,e grazie per la ricetta.
Ciao.

Michele ha detto...

W l'Italia, W le ricette, W te, W il carnevale!
Questa mattina sono cosi'! domani vedremo?
ciao
Michele pianetatempolibero

Ross ha detto...

Stella: grazie per i baci, fatto!
A presto, ciao.




achab: Grazie a te per la tua visita, e prego per la ricetta :))
ciao.





Michele: W te é tutto il resto intorno a te! Stamattina ti sento pimpante ;) domani é un altro giorno, poi si vedrá. ciao

Il guard.del faro ha detto...

Ciao Ross, ho sentito il bisogno di contraccambiare la tua garbata visita al Faro.
Colgo l'occasione per complimentarmi per questo tuo blog vivace e interessante.

ciao Ross, grazie per essere passata dalle mie parti. Ti auguro un bel cArnevale, festa che io non amo molto, forse perchè non mi piacciono le maschere o forse perchè da bambino ero obbligato tutti gli anni ad essere vestito da Principe.

Un caro saluto
Bruno

Ross ha detto...

Il guard.del Faro:
mi ha fatto piacere che tu sia passato da quì. Grazie per i complimenti, molto gentile.


Bruno:
heilà bruno, mi fa piacere rileggerti dinuovo.
A proposito del tuo vestito da Principe, dovresti essere contento, poteva andarti peggio, ad esempio... potevano vestirti da Rospo! :)) a presto Ciao.

Vania e Paolo ha detto...

Ma...grazie della tua ricetta...magari la proverò...non sapevo che si chiamassero anche Nastri...:))
che bello ...ciao Vania

Posta un commento

Musica: Un paio dei miei preferiti !

Collegamenti

Il Blog di Antonio MurabitoClika e pluggati^^Blografando-Costruisci il tuo blog

Bitiba - Ihr Haustiershop im Internet: Tierbedarf und TiernahrungMr.Webmastermotori ricerca